...Perdersi nei colori...
Sospesa

OGGI LA VERA TRASGRESSIONE E' LA NORMALITA'...SPAZIO LIBERO DI UNA S-CALMA-NATA... Qui troverete brevi pensieri, i miei lavori di grafica, i miei disegni, i miei dipinti, le mie foto, aforismi, video..... e non dimenticate ogni tanto di aggiornare la pagina!;-)

martedì, febbraio 01, 2011

La Llorona


Tutti mi chiamano “il negro”, llorona
negro, ma amoroso
io sono come il peperoncino verde, llorona
piccante ma saporito.

Ahimé llorona,

llorona di ieri e di oggi
ieri ero una meraviglia llorona
e oggi neppure l’ombra.

Uscivi dalla chiesa un giorno, llorona

quando ti ho visto passare
avevi un huipil così bello, llorona
che mi sei sembrata la Madonna.

Ahimé llorona

llorona di azzurro celeste
non smetterò di amarti, llorona
anche se mi costa la vita.

Dicono che non soffro, llorona

perché non mi vedono piangere
ci sono morti che non fanno rumore, llorona
ed è più grande la loro pena.

Ahimè llorona

llorona di azzurro celeste
anche se mi costa la vita
non smetterò di amarti.

Non so che cosa hanno i fiori, llorona

i fiori del camposanto
che quando il vento li muove, llorona
sembra che stiano piangendo.

Ahimé llorona

llorona portami al fiume
coprimi con i tuoi capelli [con il tuo velo], llorona
perché sto morendo di freddo

La pena e ciò che non è pena, llorona

tutto è pena per me
ieri soffrivo perché non ti vedevo, llorona
e oggi soffro perché ti ho visto

Ahimé llorona

llorona io ti chiedo
che il tuo huipil di broccato, llorona
mi copra quando sarò morto...

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Pagina Facebook di Cinzia Coratelli
Pagina Facebook di Cinzia Coratelli
Promuovi anche tu la tua pagina