...Perdersi nei colori...
Sospesa

OGGI LA VERA TRASGRESSIONE E' LA NORMALITA'...SPAZIO LIBERO DI UNA S-CALMA-NATA... Qui troverete brevi pensieri, i miei lavori di grafica, i miei disegni, i miei dipinti, le mie foto, aforismi, video..... e non dimenticate ogni tanto di aggiornare la pagina!;-)

lunedì, maggio 25, 2009

RIFLETTESSERE-locandina bipersonale di giugno

La donna

Il suo mondo è complesso, da sempre grattacapo di poeti e scrittori.
Per una serie di combinazioni sociali e di costume, la donna ha finito sempre con l’essere raccontata da occhi e menti maschili.
Per molto tempo si è dovuta accontentare di stare in disparte. Dal secolo scorso a oggi, finalmente ha potuto dare voce a se stessa.
Anche se l’ombra del maschilismo incombe ancora su di lei, è di sicuro un peso che si è alleggerito molto.
Il femminismo è stato un forte scossone sociale, necessario, ma come tutte le forme estreme di pensiero ha finito per destabilizzare i ruoli ma ancor peggio la natura più intrinseca della donna. Le donne non devono essere uomini con abiti femminili ma solo donne. Con la parità dei sessi non si vuole una donna-uomo ma una donna con pari diritti. Premesso questo, oggi la donna si racconta per fare più chiarezza su questo lungo percorso di cambiamenti. Non sappiamo come sarà domani, ma possiamo cominciare a descrivere la sua natura di oggi.
Attraverso gli occhi di due artiste ma ancor prima donne, sfogliamo un album (non dei ricordi) ma dei frammenti del quotidiano, degli sguardi sull’anima e sulle galassie femminili costellate di fragilità, ansia di perfezione ed organizzazione, di maschere per difendersi, paura dell’abbandono, coraggio verso la verità, conoscenza della propria fisicità, voglia di essere ascoltata, conflitto con la sua estetica, bisogno di spontaneità, ecco la Donna! Donna che diventa oggi ufficialmente pensante e non più un consiglio suggerito che si esplica attraverso l’uomo. Flavia D’Alessandro e Cinzia Coratelli tramite forme diverse di arte colgono vari attimi della donna.
Entrambe usufruiscono e attingono dai mezzi tecnologici, specchio della società attuale ma solo allo scopo di giungere ad un risultato assolutamente personale.
Confessioni tra due artiste che si sono trovate d’accordo sulla complessità del far vedere e comprendere l’arte come, non ludico spazio, ma impegno mentale, materiale, comunicativo ed emotivo; proprio come viene richiesto ad un qualunque rispettabile lavoro, inoltre valutano la difficoltà di affermarsi in un mondo, che non presta attenzione ai minimi sistemi, perché distratto dagli eccessi e isterismi di massa.
Non dimenticano mai l’aspetto ironico e auto-ironico, fondamentale per ottenere un’analisi fresca e sobria verso la vita e l’arte.
Durante queste riflessioni, sono giunte ad una domanda: cosa fa la donna artista?
La donna artista si alterna: tra la ricerca intimistica delle emozioni, dei turbamenti e mutamenti dell’animo, uno studio naturale e spontaneo del conscio e dell’inconscio (Cinzia Coratelli)
e della ricerca esterna dell’immaginario collettivo, di idoli perseguiti ed emulati, rivisti e reinterpretati con spirito sarcastico o critico (Flavia D’Alessandro).
Da qui scaturisce un binomio, composto da intimità ed esteriorità.
Questo binomio è uno scambio di ruolo, un gioco delle parti, in un giorno di straordinaria follia. La donna diventa camaleontica insieme all’artista; ruoli che potrebbero essere apparentemente distinti, invece confluiscono in un unico percorso di vita.
Attraverso questo percorso cercano entrambe di lanciare un messaggio, quello della donna Nuova.
Dove una si cimenta in una performance artistica, di attrice-protagonista, come avviene anche nei suoi quadri (Cinzia Coratelli); L’altra fa da direttore di scena che immortala la sua modella, che è a sua volta artista (Flavia D’Alessandro).



titolo: Riflettessere-bipersonale

Città: Torre a Mare (Bari)

Spazio espositivo: Torre Pelosa

Artisti: Cinzia Coratelli, Flavia D'Alessandro

Curatori: Cinzia Coratelli, Flavia D'Alessandro (Archeoclub Italia)

Genere: doppia personale

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Pagina Facebook di Cinzia Coratelli
Pagina Facebook di Cinzia Coratelli
Promuovi anche tu la tua pagina